Invito a condividere migliori pratiche nel settore delle politiche per l’infanzia

Le bambine e i bambini sono il nostro futuro.

Il 20 novembre 2020, in occasione della Giornata mondiale dell’infanzia, il nostro gruppo, in collaborazione con la Fondazione europea di studi progressisti (FEPS), ha lanciato un appello per un’Unione dell’infanzia, con l’obiettivo generale di contrastare la deprivazione infantile e di promuovere le pari opportunità per tutti i bambini dell’UE, attraverso:

  • una rapida entrata in vigore della garanzia europea per l’infanzia;
  • lo sviluppo di un ecosistema di investimenti a beneficio dei bambini europei, a cominciare da una corretta pianificazione dei finanziamenti di Next Generation EU;
  • la garanzia di un accesso paritario a un’istruzione e a una cura della prima infanzia inclusive e di qualità.
     

L’appello è stato sottoscritto da esponenti degli enti locali e regionali, europarlamentari, parlamentari nazionali, esponenti del mondo accademico, operatori del settore e privati cittadini.

Siamo tutti consapevoli del fatto che la situazione dei minori nell’Unione europea è molto peggiorata con la pandemia di COVID-19, e una richiesta politica fondamentale della nostra famiglia politica è che si agisca tempestivamente.

Il piano d’azione sul pilastro europeo dei diritti sociali, adottato di recente, stabilisce che, dei 15 milioni di persone da sottrarre allo stato di povertà o di esclusione sociale, almeno 5 milioni dovrebbero essere minori. A tal fine, gli Stati membri maggiormente colpiti dalla povertà infantile sono invitati a investire almeno il 25 % delle loro risorse a titolo del FSE+ per combattere la povertà e l’esclusione sociale, e almeno il 5 % di tale quota in misure di lotta contro la povertà infantile. Resta da vedere se questo sarà approvato dal Consiglio.

È per questo che, grazie alla vostra azione e al vostro sostegno, vorremmo condurre nel 2021 una campagna politica e di comunicazione a favore di un’Unione dell’infanzia. Essendo in prima linea nell’attuazione sul campo delle politiche per l’infanzia, le autorità locali e regionali sono le nostri migliori ambasciatrici. Vi invitiamo pertanto a condividere le vostre migliori pratiche nel campo delle politiche per l’infanzia.

Tali migliori pratiche possono riguardare: la garanzia e l’estensione dell’accesso a servizi pubblici di cura dell’infanzia; l’avvio di azioni specifiche per l’inclusione di minori svantaggiati; la garanzia dei diritti e delle prerogative giuridiche dei minori; un reddito di base o regimi di trasferimento del reddito a favore dei minori; la promozione di risultati dell’apprendimento, di programmi didattici e di ambienti di studio inclusivi, che mettano in primo piano le competenze del XXI secolo per tutti i minori; il sostegno di progetti pedagogici in favore degli insegnanti e del personale in qualità di co-agenti del cambiamento; la promozione del coinvolgimento democratico e della partecipazione dei genitori e delle comunità all’apprendimento.

Il vostro contributo può consistere di:

i)       un testo di circa 800 parole sull’attuazione delle politiche di assistenza all’infanzia nella vostra città o regione e le vostre vedute politiche sull’importanza delle politiche per l’infanzia (apprezzeremmo molto foto o video a integrazione del testo);

e/o

ii)     una risposta al questionario consultabile qui sotto. 

Saremmo grati di ricevere i vostri contributi entro la fine di aprile 2021.

Per qualsiasi domanda, non esitate a scriverci all’indirizzo PES-Group@cor.europa.eu.

 
1 Start 2 Complete
Misure generali per combattere la povertà dei genitori/tutori come strumenti di lotta contro la povertà infantile
Educazione e cura della prima infanzia
Impatto della pandemia di COVID-19
Pratiche innovative
Il ruolo dell'Unione europea
Top